Degustare
Incontri con

Incontro con gli chef Jean-Philippe Borro e Philippe Mille per un duetto stellato all'Hôtel Hermitage Monte-Carlo

Per una cena e un brunch d'eccezione, Jean-Philippe Borro, chef del ristorante Le Vistamar, ha invitato Philippe Mille, chef di cucina de Domaine Les Crayères a Reims, in occasione di un wekeend stellato, sabato 24 e domenica 25 ottobre.

Sabato 24 ottobre, proporrete una cena stellata a 4 mani al ristorante Le Vistamar, a Monaco. Ci può raccontare com'è nata l'idea di organizzare questo duetto ?

Philippe Mille: Lo chef Borro ha voluto gentilmente contattarmi, tramite un amico comune, per propormi questo bel progetto. Mi piace molto lavorare a 4 mani in cucina, perché ne scaturiscono sempre grandi momenti di complicità e condivisione. In quanto chef, questi eventi ci arricchiscono immancabilmente.

Jean-Philippe Borro: Quest'incontro è in effetti frutto di un rapporto d'amicizia comune, quello che intratteniamo con Ronan Kervarrec, executive chef che vanta anch'egli ben 2 stelle sulla Guida Michelin. È grazie a lui che siamo entrati in contatto al fine di trasformare in realtà quest'idea, e sono molto felice di poter condivide questa cena con uno chef di grande talento.

Quali sono i punti in comune tra l’Hôtel Hermitage Monte-Carlo e il Domaine Les Crayères ? 

P.M: L'atmosfera che si sprigiona dai due stabilimenti è simile: l'eleganza e il fascino rappresentano un invito alla distensione e all'epicureismo. È proprio ciò che la nostra clientela va cercando. 

JP.B: I nostri stabilimenti sono due grandi case senza tempo, caratterizzate da un'eleganza innata, forgiate da una storia forte. Hanno sempre privilegiato il loro patrimonio, a cui hanno dedicato la massima importanza, e soprattutto hanno incessantemente valorizzato i prodotti tipici del posto e le loro radici, garanti della loro identità. 

E quali sono i punti in comune tra le due cucine e i reciproci valori ?

P.M: Cerchiamo entrambi di offrire una cucina autentica, grazie a cui giungiamo a trasmettere il nostro amore per il prodotto grezzo. Potremmo paragonarci a dei gioiellieri: sta a noi lavorare le pietre preziose che ci vengono affidate, per trasformale in gioielli d'eccezione...  

JP.B: Le nostre cucine emergono dal medesimo DNA: il rispetto e l'amore che nutriamo per il prodotto. Siamo entrambi impegnati a valorizzare e sublimare i prodotti della nostra regione. Nello stesso tempo il nostro compito consiste nel far rientrare la nostra cucina in un'ottica moderna, al fine di tenerci al passo con i tempi, nonché con i desideri dei nostri ospiti.

Come lavorerete insieme nella medesima cucina ?

P.M: Le nostre equipe potranno conoscersi e imparare qualcosa l'una dell'altra, lavorando assieme per qualche giorno. Mano nella mano, ci sforzeremo inoltre di seguire i consigli di uno chef che conosce perfettamente i gusti della sua clientela, così da servire ai nostri convitati un menu unico. 

JP.B: Grazie a questa collaborazione le nostre equipe potranno arricchirsi reciprocamente. Per la mia brigata di tratta di una grande occasione, e siamo orgogliosi di poter lavorare, ricambiare e imparare in virtù della presenza dello chef Philippe Mille; inoltre sono sicuro che questo menu sorprenderà i nostri ospiti.

Hôtel Hermitage Monte-Carlo - Restaurant Le Vistamar - Salon Privé

Potete svelarci uno dei piatti che verranno proposti nel corso di questa cena unica ?

P.M : Aceto di Reims e scampi delle coste bretoni in carpaccio denso, caviale, marinata di aceto alle bacche rosse, vetrata di succo di carapace. Con questo primo piatto intendiamo rendere omaggio alla Cattedrale di  Notre Dame de Reims e al savoir-faire dei maestri vetrai.

JP.B: Risotto alle bolllicine e al tartufo d Alba, grande classico della nostra regione. Un risotto allo champagne, una strizzatina d'occhio allo chef Mille e alla sua passione per lo champagne, con un piatto cosparso di tartufo bianco, un diamante del Piemonte che la nostra clientela della Costa Azzurra conosce già.

Nel corso del brunch chic, il 25 ottobre, proporrete un live cooking, che cosa intendete condividere con i vostri ospiti ?

P.M: Mi piacerebbe condividere la mia passione per la cucina e il mio amore per lo champagne. Inoltre sarà l'occasione giusta per uno scambio d'idee !    

JP.B : Le parole d'ordine del nostro brunch sono scambio, condivisione ed eleganza. In più saremo arricchiti dalla presenza di uno chef a due stelle, e come se ciò non bastasse già nominato MOF, « meilleur ouvrier de France » !

Potreste anche voler leggere…

Continuate l'esperienza Monte-Carlo