Prenotate
Da 85€ per persona
Informazioni
Contattateci
+377 98 06 41 59

Monte-Carlo Jazz Festival

John McLaughlin and the 4th Dimension with very special guest star Shankar Mahadevan: "Jazz-Rock-Ragas and Beyond"

John McLaughlin and the 4th Dimension with very special guest star Shankar Mahadevan: "Jazz-Rock-Ragas and Beyond"

Vi diamo appuntamento il 28 novembre 2018 all'Opera Garnier per una serata ricca di musica con John McLaughlin and the 4th Dimension with guest star Shankar Mahadevan !

Informazioni
  • Data: 28 novembre 2018
  • Sala del concerto: Opera Garnier Monte-Carlo
  • Tipo di concerto: Seduto e numerato
  • Apertura delle porte: 20:00
  • Inizio del concerto: 20:30
  • Dress code : Abbigliamento corretto
  • Età minima: 7 anni
  • Mail: ticketoffice@sbm.mc

Residente a Monaco da molti anni, John McLaughlin ci ha fatto l’insigne onore di riunire nuovamente il suo gruppo leggendario, i 4th Dimension (Etienne M’Bappe basso, Gary Husband, tastiere e Ranjit Barot, batteria), per presentare al Monte-Carlo Jazz Festival il suo nuovo progetto. Una musica che mescola, nuovamente, le influenze e le tecniche occidentali e indiane, ma in modo completamente differente da quella che aveva sperimentato con Shakti.

 

A tale scopo, il chitarrista britannico ha lavorato con il cantante e compositore indiano Shanka Mahadevan, che sarà di scena con il gruppo per questa serata in tutto e per tutto eccezionale. A 76 anni, John McLaughlin è considerato uno dei più grandi chitarristi viventi. La sua carriera è realmente cominciata con la registrazione del capolavoro di Miles Davis, « In A Silent Way », con il quale ha iniziato la fusione del jazz e del rock.

 

Nel 1970 ha formato la Mahavishnu Orchestra, con cui ha registrato una manciata di capolavori che hanno conferito le lettere di nobiltà a quel nuovo genere musicale che ha preso a essere chiamato « jazz rock ». Nel 1975, McLaughlin si è separato momentaneamente dalla sua chitarra per concentrarsi sullo studio della musica indiana e ha formato il gruppo Shakti. Un insieme acustico nel quale ha preso a suonare la chitarra con il manico dai tasti «scavati», che gli ha permesso di avvicinarsi alle sonorità del sitar.

 

All’inizio degli anni ‘80, ha collaborato con i chitarristi Paco de Lucia e Al di Meola, per aggiungere un tocco di flamenco alla sua musica decisamente fusion. Dopo diverse formazioni, partecipazioni e ricostituzioni, è con i 4th Dimension che il chitarrista britannico ha trovato l’equilibrio e l’ispirazione per intraprendere l’ultima parte della sua carriera, che di certo non risulterà essere la meno creativa.

 

Dopo una tournée d’addio negli Stati Uniti, nel corso della quale il gruppo ha nuovamente suonato i classici della Mahavishnu Orchestra al cospetto di folle estasiate, ha deciso di associare il gruppo al progetto a cui si era già dedicato qualche anno prima con Shanka Mahadevan. Il Monte-Carlo Jazz Festival è particolarmente orgoglioso e felice di accogliere questa loro collaborazione. Riusciremo infine a scoprire la musica che occupa ormai la mente di questo « guitar genius », sempre intento a reinventare la sua arte.