Il Gran Premio di Monaco

Una corsa automobilistica nel cuore della città

Alla fine del mese di maggio, sport e glamour si coniugano in occasione del Gran Premio di Monaco, momento forte dell'anno. In sintonia con il rombo dei motori, la frenesia s'impadronisce della città monegasca. Organizzata dal 1929 dall'Automobile Club de Monaco, la corsa di Formula 1 è una delle più prestigiose al mondo, per via del suo circuito unico, tracciato tra le vie della città e ritenuto molto esigente, come per i campioni che ne hanno segnato la storia.

 

 

 

Scoprire Monaco durante il Gran Premio di Formula 1

  

Organizzato durante il weekend dell'Ascensione, il Gran Premio di Monaco mette il Principato in ebollizione. Nel corso di quattro giorni, il circuito prende possesso della città, tracciato com'è nelle vie dei quartieri del porto Hercule, di Monte-Carlo e della Condamine. In questo « carré d'or » si concentrano i più begli hotel, ristoranti e bar di Monaco, situati in prima fila per farvi vivere appieno l'evento.

Visitare Monaco durante la corsa significa vivere momenti intensi in un'atmosfera unica. Triplicando la sua popolazione, oltre 100.000 visitatori provenienti dal mondo intero si raccolgono nella città monegasca per assistere a questo grande appuntamento. Aficionados dello sport automobilistico e jet-set internazionale si mescolano. Le giornate sono consacrate ad ammirare i bolidi, assistere alle prove in tribuna e approfittare degli stabilimenti monegaschi sotto il sole della Costa Azzurra. Una volta concluse le qualifiche e la corsa, si può anche passeggiare sul circuito, aperto alla circolazione. È l'occasione giusta di costeggiare la pista, osservare da lontano gli stand e i paddock delle più prestigiose scuderie automobilistiche e immaginarsi piloti per un giorno. La sera, vengono organizzate nel bar e nei club della città feste grandiose e indiavolate. Ma l'apoteosi sopravviene la domenica, giorno della corsa. Dopo la parata dei piloti e il giro d'onore del Principe e della Principessa di Monaco, i bolidi si lanciano nella competizione. Dalla griglia di partenza al traguardo, i brividi e le emozioni sono garantiti, fino alla consegna del trofeo al vincitore da parte di S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco

 
 

 

 

I migliori hotel per approfittare del Gran Premio di Monaco   

 

Situati nel cuore dell'azione, l’Hôtel de Paris Monte-Carlo e l’Hôtel Hermitage Monte-Carlo sono probabilmente i migliori hotel per alloggiare a Monaco durante il Gran Premio di F1. Questi scrigni di lusso si trovano nel cuore del circuito, vicini alla linea di partenza, per un soggiorno d'eccezione. Ammirare le Ferrari e gli altri bolidi che rombano sulla place du Casino dall’Hôtel de Paris Monte-Carlo è un'esperienza incomparabile. Questo hotel di gran lusso della Costa Azzurra, interamente rinnovato nel 2019, dispone di camere e suite di gran lusso. Dalla raffinatezza estrema di una camera superiore ai fasti di una Diamond Suite, la vostra sistemazione vi garantirà il comfort ultimo per tutta la durata del vostro soggiorno. Scegliete una vista sul patio per la calma, oppure una vista panoramica sul porto o sulla place du Casino per assistere al Gran Premio automobilistico dalla prima fila.

A pochi passi di distanza trovate l’Hôtel Hermitage Monte-Carlo. Con il suo fascino Belle Époque, questo cinque stelle dall'eleganza atemporale rappresenterà la vostra oasi di pace nel cuore dell'evento. A strapiombo sul porto, le sue terrazze offrono una delle migliori viste sul circuito. Ogni anno, questi prestigiosi stabilimenti propongono offerte speciali per un soggiorno da sogno durante il Gran Premio di Monaco.

 

I migliori bar e ristoranti di Monaco per vivere al ritmo del GP F1

 

Mentre i migliori piloti di disputano la pole position, approfittatene per degustare il meglio della gastronomia. Sono tre i ristoranti stellati che vi accolgono nel cuore del circuito. Sul menu, la gastronomia a tre stelle del Louis XV - Alain Ducasse all'Hôtel de Paris***. Ma anche la vista sul mare e sul circuito del Vistamar*, una stella sulla Guida Michelin, accompagnata dai sapori del Mediterraneo. O ancora il menu speciale e raffinato del Grill*, all'ottavo piano dell’Hôtel de Paris Monte-Carlo, a strapiombo sulla corsa.  

L’Hirondelle, il ristorante delle Thermes Marins Monte-Carlo, offre anch'esso un panorama sopraelevato sul circuito. L'occasione giusta per degustare una cucina sana e saporita e, perché no, concedersi una giornata di distensione nel lussuoso centro benessere, ascoltando i motori che fanno le fusa. 

Affacciata direttamente sulla corsa, la terrazza del Café de Paris Monte-Carlo rappresenta sicuramente uno dei punti d'osservazione più impressionanti, sullo stesso piano dei bolidi.

Ogni sera dopo le prove, quando i bolidi sono rientrati nel loro paddock, la festa invade la pista al bar La Rascasse, situato nella celebre curva che porta il suo nome. Le sue serate memorabili, con musica live e ballerine, fanno parte dei grandi momenti del GPF1. 

 

Un'esperienza VIP durante il Gran Premio di Monaco 

 

Durante il Gran Premio di Monaco, Monte-Carlo Société des Bains de Mer riserva ai suoi clienti esperienze esclusive. E quindi, per non perdere niente della corsa, the place to be è decisamente il Paddock Lounge all’Hôtel Hermitage Monte-Carlo. Dalla sua terrazza, approfittate di uno splendido panorama sul porto Hercule e la salita Beau Rivage, una delle porzioni più rapide del circuito . A vostra disposizione buffet di finger food e schermo gigante per seguire la corsa in tempo reale. E per sperimentare le sensazioni di un pilota di F1, prendete posto nel simulatore di realtà virtuale.

 

Ogni anno, il Resort propone anche diverse offerte esclusive, per vivere l'evento da vicino. Queste offerte combinano il pernottamento negli stabilimenti di più alta classe, come l’Hôtel de Paris Monte-Carlo o l’Hôtel Hermitage Monte-Carlo, con servizi premium, come l'accesso a una terrazza VIP per approfittare del miglior punto d'osservazione, o posti in tribuna. A voi scegliere il vostro pacchetto

 

Il circuito di Monaco,  curve e rettilinei strategici

Percorso effimero installato nel cuore della città, il circuito del Gran Premio di Monaco è davvero mitico. Con i suoi 3.34 km di lunghezza, il suo tracciato è il più corto del Campionato del Mondo di Formula 1. È anche uno dei più esigenti per via del gran numero di tornanti e di chicane in passaggi stretti. Ecco perché i sorpassi sono considerati quasi impossibili. Sul circuito di Monaco non trionfano necessariamente i piloti più rapidi, ma i più agili. Tra i punti strategici del tracciato si distingue la prima curva dopo la linea di partenza, quella di Sainte-Dévote, frequente teatro di schermaglie. Più lontano, la curva del Casino è una delle più emblematiche, posta com'è di fronte al maestoso Casino de Monte-Carlo. La sua tribuna è molto ricercata. Dopo un grande tratto dritto, i piloti devono rallentare per affrontare la curva del Fairmont, tornante talmente stretto da rappresentare la curva più lenta della F1. Un po' oltre, le monoposto si introducono nel Tunnel, la parte più rapida del circuito, ma non la più semplice, visto che la si affronta lanciati a quasi 300 km/h ! Dopo il porto, la curva della Rascasse è una delle più difficili da abbordare. Uno spettacolo da osservare dalla terrazza del bar de La Rascasse, i brividi sono garantiti ! 

 

I campioni di Formula 1 che hanno lasciato un'impronta a Monaco 

 

Organizzato dall'Automobile Club di Monaco dal 1929, ed entrato a far parte del Campionato del Mondo di Formula 1 dal 1950, la storia del Gran Premio di Monaco è segnata dall'impronta dei grandi piloti. Tra questi, Louis Chiron, vincitore dell'edizione del 1931, fu il primo pilota monegasco a vincere la gara, e fino a oggi l'unico. Fu anche uno dei sostenitori della creazione del GP di Monaco, al fianco di Anthony Noghès. Una curva del circuito porta peraltro oggi il suo nome. Nel corso degli anni, sono molti i campioni prestigiosi che si sono imposti. Negli anni 1960, il britannico Graham Hill ha arricchito il suo palmares di ben cinque vittorie nel Principato. Un record rimasto a lungo ineguagliato, fino all'avvento di Ayrton Senna, che vincerà la corsa sei volte tra il 1987 e il 1993, su Lotus e McLaren. Il brasiliano è una delle stelle nel firmamento del Gran Premio di Monaco. Restano impressi nella memoria i suoi duelli con il francese Alain Prost, suo grande rivale e vincitore a quattro riprese tra il 1984 e il 1988, con cui si è disputato il gradino più alto del podio. Altra figura fondamentale, Michael Schumacher ha trionfato cinque volte tra il 1994 e il 2001, sui bolidi della scuderia Benetton  e quindi su Ferrari, Più di recente, Nico Rosberg e poi Lewis Hamilton (entrambi su Mercedes) si sono imposti tre volte ciascuno, nel 2013, 2014 e 2015 il primo, e nel 2008, 2016 e 2019 il secondo. Chi trionferà in futuro ? 

 

Gli altri Gran Premi di Monaco 

 

 

Dire sport automobilistico a Monaco, significa anche parlare di Gran Premio Storico. Organizzato dal 1997 dall’Automobile Club de Monaco, si tiene ogni due anni qualche giorno prima della prestigiosa corsa che conta per il Campionato del Mondo di F1. Il suo circuito è lo stesso, tracciato nel cuore della città. La sola differenza sta nelle prestazioni: la velocità è di gran lunga inferiore ! Le monoposto in competizione sono pezzi da collezione che datano dall'anteguerra fino agli anni '70. Organizzato in otto serie a seconda delle categorie, permette d'immaginare la corsa monegasca all'epoca dei grandi vincitori, come Juan-Manuel Fangio, Graham Hill o Jackie Stewart. Un appuntamento imperdibile per gli appassionati di auto antiche e i patiti dell'età dell'oro delle corse automobilistiche.  

Anch'esso biennale, il Monaco ePrix è dal canto suo consacrato ai veicoli elettrici di Formula E. Porsche, Jaguar, BMW, Venturi… i più grandi costruttori partecipano a questa corsa di nuova generazione, che si tiene su una parte dell'emblematico circuito di F1. 

Viaggio nel tempo o rivoluzione elettrica, ecco due occasioni supplementari di prenotare il proprio weekend a Monaco la prossima primavera. 

Continuate l'esperienza Monte-Carlo