charles leclerc monaco
Fremere
Zoom su

Charles Leclerc, ragazzo prodigio monegasco

A soli, 21 anni, Charles Leclerc si è reso protagonista di una fulminea ascesa. Nella sua prima stagione per la Ferrari, in Formula 1, l'abbiamo già visto vincere il Gran Premio del Belgio e quello d'Italia, per la gioia dei tifosi della Scuderia. Nominato cavaliere dal Principe Alberto II e beniamino del pubblico, il giovane pilota è entrato poco alla volta ma inesorabilmente nella storia dell'automobilistico sportivo e in quella di Monaco.

Un pilota predestinato 

Quando si è trovato per la prima volta allineato sulla griglia di partenza, non aveva ancora sei anni. Fin dalla più tenera infanzia Charles Leclerc ha trascorso il maggior tempo possibile nei paddock, al volante, gli occhi incollati sul cronometro. E sin dalla sua prima stagione, nel karting, a otto anni, si è imposto come un pilota predestinato, varcando progressivamente le tappe del successo in monoposto. Con l'aiuto del compianto pilota Jules Bianchi e del suo manager Nicolas Todt, il monegasco di nascita è stato campione in GP3, poi in Formula 2 prima di raggiungere, nel 2018, la Formula 1 al volante di un'Alfa Romeo. Ed è così che ha infine realizzato il sogno di una generazione, firmando per la Ferrari nella stagione 2019. 

charles leclerc monaco
charles leclerc monaco

Pronto a diventare il numero 1 

Rivale dell'olandese Max Verstappen, con cui si trova a competere da diversi anni, Charles Leclerc si disputa oggi la corona di campione del mondo di F1 con i più grandi: Lewis Hamilton, il suo compagno di squadra Sebastian Vettel o ancora Valtteri Bottas. Dopo due pole position all'inizio della stagione,  segnate da prove di qualifica impeccabili, il pilota monegasco ha conquistato a modo suo il suo primo Gran Premio nel mese di settembre. A Spa-Francorchamps, È diventato così il terzo più giovane vincitore di una prova del Campionato del mondo, e poi si è conquistato il cuore dei fan della Ferrari in quel di Monza, il loro circuito feticcio, dove aspettavano la vittoria di un pilota della scuderia italiana da ben nove anni, dopo il successo di Fernando Alonso. Raffermando le speranze che erano state riposte in lui, Charles Leclerc potrebbe laurearsi campione del mondo molto rapidamente, sia con altrettante vittorie schiaccianti in questa fine stagione 2019, sia portando a termine una stagione 2020 esemplare. 

Une cosa è certa: sulla Rocca, sono già molti ad aspettare il suo ritorno nel Principato nel maggio 2020, per assistere forse a un Gran Premio di Monaco eccezionale, quello che sancirebbe la vittoria del loro compatriota del suo stesso paese ! 

Potreste anche voler leggere…