Sentirsi bene
Incontri con

Lo Yoga: un anti-età straordinario, decifrato da Marina Bordet

Celeberrimo per i suoi effetti rilassanti sul corpo e la mente, lo yoga ha anche un aspetto preventivo e curativo, e si rivela essere uno straordinario anti-età. Non per altro, le leggende orientali menzionano maestri yogi vissuti diverse centinaia d'anni. In Occidente, ci sono numerosi esempi di yogi che si mantengono in forma eccezionale, anche in età avanzata, e i fatti parlano da soli. L'ex attrice hollywoodiana Tao Porchon Lynch, diventata istruttrice di yoga, ha insegnato le asana (le posture dello yoga) fino alla sua scomparsa, all'età di 101 anni !

Le virtù anti-età dello yoga sono peraltro evocate negli antichi testi yogici, giacché la longevità consente agli yogi di aver più tempo a disposizione per realizzare il loro sentiero spirituale. Tuttavia non c'è bisogno d'essere flessibili o atletici per beneficiare dei benefici anti-età di questa pratica. Indipendente dall'età e dalla condizione fisica, tutti possono fare esperienza dei benefici dello yoga, e ciò fin dall'inizio della pratica. Marina Bordet, istruttrice di yoga e di pilates al Monte-Carlo Bay Hotel & Resortci spiega in che modo lo yoga interviene sulla giovinezza del corpo.

# L’eliminazione delle tossine

Nel corso di una seduta di yoga ben congegnata, l'insieme delle pressioni sulle diverse parti del corpo rimette in circolazione le tossine accumulate nei tessuti, che di conseguenza vengono evacuate dall'organismo molto più facilmente. E certe posture, allorché sono praticate in specifici momenti chiave della sessione, consentono di trasformare quelle stesse tossine in ciò che i testi antichi definiscono « il fluido dell'eterna giovinezza ». 

« Certe posture consentono di trasformare le tossine in ciò che i testi antichi definiscono « il fluido dell'eterna giovinezza »

# Une miglior recupero per una miglior rigenerazione

Attraverso la sua azione sul sistema nervoso, lo yoga migliora la qualità del sonno, il recupero, l'assorbimento delle sostanza nutritive e la rigenerazione dei tessuti.

I moderni studi scientifici hanno egualmente dimostrato che la meditazione agisce in modo positivo a livello genetico. La meditazione consente infatti di attivare o disattivare certe proprietà genetiche e di preservare i telomeri del DNA, che sono in qualche modo testimoni dell'usura del nostro corpo.

« Attraverso la sua azione sul sistema nervoso, lo yoga migliora la qualità del sonno e il recupero »

# Riduzione dello stress, dell'ossidazione e dell'acidità

Le yoga favorisce la calma interiore. Riduce gli effetti dello stress, il che si traduce a livello ormonale in una diminuzione del cortisolo nel sangue, l'ormone dello stress che favorisce la perdita d'elasticità della pelle, l'accumulo dei grassi e la degenerazione cerebrale.

La riduzione dello stress permette inoltre un rallentamento del processo di ossidazione e dunque d'invecchiamento delle cellule. Lo yoga consente di rallentare il ritmo respiratorio, nonché di ristabilire l'equilibrio acido-basico del corpo, un equilibrio indispensabile per lottare contro l'infiammazione e l'invecchiamento. Un istruttore di yoga esperto vi insegnerà a fare di più, respirando di meno e riducendo il consumo energetico.

La pace mentale che si acquisisce con la pratica consente il rilassamento dei muscoli del viso, la cui costante contrazione contribuisce alla comparsa delle rughe e allo spostamento dei volumi del viso. In sostanza, lo yoga ha un effetto simile al botox !

# La gioventù dei muscoli, delle articolazioni e delle ossa

Mettere in moto i muscoli si traduce nella conservazione del proprio capitale muscolare e nella funzionalità delle relative articolazioni. La pratica dello yoga permette di rinforzare le zone fragili del corpo (e più specificamente la porzione inferiore della schiena), di alleviare le tensioni dolorose e d'imparare ad attivare i punti deboli. Il movimento consente di lubrificare e di mantenere la funzionalità delle articolazioni. I bandha sono esercizi di coattivazione muscolare grazie a cui vengono attivati tutti i fasci muscolari tutt'intorno a ogni articolazione, e ci permettono di praticare un'attività fisica proteggendo nel contempo le articolazioni. Ancora una volta, un istruttore di yoga esperto vi spiegherà come utilizzare i bandha delle diverse articolazioni, al fine di proteggerle, rinforzarle e in tal modo rendere più efficaci i vostri movimenti. 

La sequenza delle posture, riesce anche a intervenire sulla produzione ossea, l'osteogenesi, opponendosi all'osteoporosi. Per l'esattezza, lo yoga interviene nella lotta all'osteoporosi su due diversi livelli. Da un lato equilibra l'acidità del corpo, onde prevenire le perdite ossee, e d'altro canto favorisce il rinnovamento delle cellule ossee, per via dell'azione meccanica intrapresa dal muscoli. A livello posturale, lo yoga migliora considerevolmente il nostro portamento, l'equilibrio e la fluidità dei movimenti. La postura si fa più elegante, e l'andatura più giovanile.

# Un cervello più giovane

Infine, lo yoga migliora le funzioni cognitive e ritarda l'invecchiamento cerebrale, prendendosi cura dei neuroni e del sistema nervoso. Inoltre è responsabile di un apporto d'ossigeno ottimale al cervello. Insegnandoci progressivamente a respirare meno, migliora la distribuzione dell'ossigeno a livello cerebrale. Ciò che a prima vista parrebbe paradossale ha in realtà una spiegazione assai semplice. Le cellule hanno bisogno di un quantitativo sufficiente di anidride carbonica, di modo che l'emoglobina del sangue le nutra di ossigeno. Di conseguenza non c'è bisogno di respirare troppo per disporre di riserve sufficienti di anidride carbonica, grazie alle quali l'ossigeno possa essere distribuito con efficacia alle nostre cellule.  

« Lo yoga migliora le funzioni cognitive e ritarda l'invecchiamento cerebrale »

Abbiamo quindi visto come lo yoga agisca contro l'invecchiamento su vari livelli. Ottimizza e sostiene tutto il corpo. Si oppone agli effetti dell'invecchiamento e sviluppa il rispetto e la benevolenza verso se stessi. Lo yoga c'insegna a utilizzare al meglio quello straordinario veicolo che è la nostra mente, e la sbarazzarci della paura del tempo che passa. Del resto, gli yogi non calcolano la loro età sulla base degli anni trascorsi, ma in base al totale dei battiti cardiaci e delle respirazioni. Sta a noi trarne insegnamento…

A proposito di Marina Bordet

Professoressa di yoga, pilates e fitness, Marina è la Direttrice della sala yoga del Monte-Carlo Bay Hotel & Resort, nonché personal trainer.

Per ulteriori informazioni sui suoi corsi al Monte-Carlo Bay Hotel & Resort: https://www.montecarlosbm.com/it/wellness/monte-carlo-bay-hotel-resort/yoga-pilates

Chi vuole seguire corsi di yoga dal vivo e trovare tutti i consigli necessari per esordire in questa pratica, non deve far altro che collegarsi al suo account Instagram: fitandcalm_with_marina

Potreste anche voler leggere…