Alice Gentils directrice ventes SBM Hotels et Casinos Monaco
Meravigliarsi
Incontri con

Incontro con Alice Gentils - per l'eguaglianza professionale tra uomini e donne

In occasione della 110ª Giornata internazionale dei diritti della donna, Monte-Carlo Société des Bains de Mer rende omaggio alle donne che prestano servizio nei suoi vari stabilimenti !

Scoprite l'intervista ad Alice Gentils, Direttrice delle vendite per ciò che concerne i nostri hotel e casinò. Questo 8 marzo 2021, vi presentiamo una donna dalle ambizioni forti, che dimostra quotidianamente che il genere non definisce le competenze professionali. La sua filosofia ? "Evitare di pensare in termini di uomo o donna, ma riconoscere semplicemente la sua natura umana".

La Giornata dei diritti della donna celebra il suo 110° anniversario. Per lei cosa rappresenta tale evento ?

Alice Gentils: La mia reazione è contrastante.

È una buona cosa, perché in un certo senso vuole essere un « evidenziatore » capace di sbloccare le situazioni che  palesano diseguaglianze, ma d'altra parte dover ricorrere a quest'espediente suscita tristezza, perché, semplicemente, uomini e donne dovrebbero godere della medesima considerazione !

"Semplicemente, uomini e donne dovrebbero godere della medesima considerazione !"
Alice Gentils directrice ventes SBM Hotels et Casinos Monaco

L'UN Women (organismo per l'uguaglianza di genere e l'emancipazione femminile) ha annunciato che il tema della Giornata internazionale delle donne (IWD 2021), che si terrà l'8 marzo 2021, sarà: « Leadership femminile: Per un futuro egualitario nel mondo del Covid-19 ». Quali sono le sue impressioni in proposito ?

A.G: In una realtà così stravolta e incerta, tutto ciò evoca l'assoluta necessita di ricorrere a ogni energia vitale, quale che sia, per ricostruire insieme un mondo che garantisca ai nostri figli e discendenti un futuro entusiasmante.

A mio parere, quello dell'eguaglianza professionale tra uomini e donne è un "problema" che non dovrebbe neppure sussistere.

Tuttavia, oggi come oggi penso che l'introduzione delle quote nelle più alte sfere manageriali rappresenti comunque qualcosa di positivo, cosicché un giorno problemi del genere non debbano neppure più porsi, e che tutto sia ridotto semplicemente a una questione di competenze.

Lo stesso discorso vale per i salari diversi con cui vengono ricompensati uomini e donne che occupano lo stesso ruolo... Com'è possibile che in così tante imprese debbano ancorasussistere tali ineguaglianze ? 

In quanto donna, qual è stata la più grande sfida che ha dovuto affrontare nel suo percorso professionale ?

A.G: Proprio quella di non essere considerata professionalmente, ma di essere giudicata nel contesto dell'opposizione dei diversi generi, invece che valutata come un essere umano che intraprende la sua carriera e fa del suo meglio nella società in cui opera, così da giungere agli obiettivi attesi.

Qual è la personalità femminile verso cui nutre la maggior ammirazione, e perché ? 

A.G: La farà sorridere ma il mio modello assoluto non è una donna, ma un uomo: Nelson Mandela. E ciò perché, al di là del genere, quest'uomo ha combattuto ogni forma d'ingiustizia, nel corso della sua intera vita, insistendo sulla tolleranza e la conciliazione, di modo da ottenere il consenso generale e portare il Sudafrica in una dimensione completamente nuova.

Per ciò che concerne le persone che ammiro, non è una questione di uomini o donne, ma di esseri umani che contribuiscono all'evoluzione verso un mondo migliore. Per chiudere il cerchio della mia filosofia, che sicuramente ha forgiato la mia forza professionale, il mio motto è: « Fare ciò che ritengo debba essere fatto, senza pensare in termini di uomo o donna, ma semplicemente in quanto essere umano ».

Potreste anche voler leggere…

Continuate l'esperienza Monte-Carlo