Monaco Sculptures
Meravigliarsi
Incontri con

L'arte contemporanea nel cuore di Monaco

A partire dal 24 aprile scorso, Artcurial v'invita a un percorso artistico in seno al Principato: una trentina di sculture contemporanee popolano gli spazi esterni di Monte-Carlo Société des Bains de Mer. Tutte queste diverse opere verranno messe all'asta il 19 luglio prossimo, grazie all'organizzazione della casa d'aste. François Tajan, presidente delegato di Artcurial, ci illumina su questa collaborazione. 

Quali sono le opere visibili nell'ambito del percorso Monaco Sculptures ? 

I pezzi della nostra vendita del 19 luglio illustrano molto bene le sculture del XX e XXI secolo, da Bourdelle a Kaws, passando per Dali, Venet o ancora Keith Haring. Queste culture sono state disseminate in diversi posti di Monaco, in seno al nuovo spazio d'esposizione di Artcurial nel Principato, ma anche presso l 'One Monte-Carlo, i Giardini del Casino de Monte-Carlo, l’Hôtel de Paris Monte-Carlo, l’Hôtel Hermitage Monte-Carlo, il Monte-Carlo Bay Hotel & Resort e il Beach Club Monte-Carlo

> Ecco la carta interattiva del percorso Monaco Sculptures

 

I visitatori dell'esposizione sono dei potenziali acquirenti ?

È un pubblico diverso ma complementare. L'interesse di quest'operazione, tanto per Monte-Carlo Société des Bains de Mer quanto per noi, è quella di dare ai partecipanti la possibilità di rivedere opere conosciute o di scoprirne delle nuove. Ogni opera è peraltro accompagnata da una descrizione. Abbiamo voluto concedere uno spazio crescente all'arte in seno al Principato, operando un confronto tra la scultura e questo ambiente prestigioso. Il percorso non è unicamente destinato a chi potrebbe aggiudicarsi un pezzo il giorno della vendita.

Monaco Sculptures

Perché Monaco e gli stabilimenti Monte-Carlo Société des Bains de Mer sono luoghi privilegiati per questo genere di esposizioni ?

Tanto la storia e l'attaccamento del Principato alla creazione artistica quanto le infrastrutture prestigiose ed esclusive di Monte-Carlo Société des Bains de Mer non potevano non costituire lo scrigno ideale per ospitare il percorso delle sculture che abbiamo voluto immaginare.

 

Monaco e l’arte: una lunga storia ? 

Monaco intrattiene storicamente una relazione simbiotica con la creazione artistica in tutte le sue forme. Dai luoghi storici come l'Opéra de Monte-Carlo, a quelli più prossimi a noi nel tempo, come il Grimaldi Forum Monaco e il Nouveau Musée National de Monaco, Tutti quanti illustrano perfettamente la volontà del Principato di favorire la creazione artistica e la sua diffusione, senza dimenticare un'istituzione come il Pavillon Bosio, scuola superiore delle arti plastiche della città di Monaco, riconosciuta unanimemente per la qualità del suo insegnamento artistico. A Monaco l'arte fiorisce, e questa è peraltro una tradizione nell'ambito di questa regione. Monaco, come tutti questi posti un po' privilegiati, ha sempre permesso agli artisti di lavorare, di ottenere commissioni, di essere esposti. In questi ultimi anni la creazione di diversi musei ha ulteriormente amplificato tale fenomeno. Molti grandi scultori e pittori hanno ugualmente partecipato alla creazione di tutti gli alberghi di lusso monegaschi.

" A Monaco l'arte fiorisce, e questa è peraltro una tradizione nell'ambito di questa regione."
Monaco Sculptures

Qualche novità di cui le piacerebbe parlarci ?

Siamo stati molto impressionati dallo spazio spettacolare che Monte-Carlo Société des Bains de Mer ha dedicato nel sottosuolo dell'One Monte-Carlo, e che potrà, per le sue dimensioni fuori dal comune, accogliere progetti ambiziosi tali da legare ulteriormente il Principato alla creazione artistica. È un ambiente che per il suo volume potrà accogliere manifestazioni artistiche che potranno essere non solamente plastiche. È uno strumento meraviglioso e non dubito che verrà pienamente ed efficacemente utilizzato. Forse un giorno qui potremo assistere a un balletto… 

 

L'inizio dell'anno ha visto nascere a Monaco un nuovo quartiere. situato tra l’Hôtel Hermitage Monte-Carlo e la Place du Casino, One Monte-Carlo offre ampio spazio allo shopping, alla cultura, al patrimonio immobiliare d'eccezione... 60 000 m² dedicati al meglio di ogni universo, per un'esperienza decisamente lussuosa. 
Monaco Sculptures

E per quanto riguarda Artcurial ?

Abbiamo appena installato la nostra galleria in boulevard des Moulins. È un luogo di transito, di fidelizzazione della clientela, sia che si tratti di venditori o di acquirenti: possiamo mostrare degli oggetti, ricevere i clienti, offrire i nostri consigli… Per quello che concerne la vendita Monaco Sculptures, è un progetto meramente monegasco, che spero, se funzionerà bene, potrà trasformarsi in un appuntamento annuale.

 

Qual è la missione di Artcurial ?

La missione di una casa d'aste, e più specificamente, nel caso di Artcurial, si tratta innanzitutto della trasmissione di opere tra chi ce le ha confidate e chi desidera entrarne in possesso. In questa tappa della vita di un'opera d'arte, che prosegue la sua traiettoria in mano ad altri, e per essere ammirata da altri, talvolta dall'altra parte del mondo, l'emozione non può che essere parte integrante. È questa missione di «traghettatore» che caratterizza l'interesse e la bellezza del nostro mestiere.

Monaco Sculptures

La magia di Monaco ?

Direi questa capacità unica di far coabitare la tradizione e la modernità, di poter attrarre e promuovere l'eccellenza in ambiti molto diversi - e complementari - come quelli della creazione artistica nelle sue diverse forme, della medicina d'avanguardia, delle competizioni sportive più prestigiose, o ancora l'attenzione particolare dedicata all'ambiente e in particolare alle sorti della riserva marina, sull'esempio del formidabile lavoro realizzato dalla Fondation Albert II de Monaco sotto l'impulso di S.A.S. il Principe Alberto II.

 

Il luogo che più la ispira a Monaco ? 

La Vigie al Monte-Carlo Beach: simbolizza perfettamente l'importanza di proteggere il passato, offrendo un punto di vista eccezionale sulla Monaco di oggi e di domani .

Monaco Sculptures
Potreste anche voler leggere…